Giovedì, 04 Febbraio 2016 01:00

Old Boy In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

PRODUZIONE : Corea del Sud
REGIA    : Chan-Wook Park
GENERE : Drammatico / Thriller
ANNO     : 2003

Oh Dae è un uomo che si risveglia da solo in una camera senza assolutamente sapere il perchè. Ci resta per 15 anni quando un giorno viene stordito e restituito alla città. Da qui, inizia la ricostruzione a ritroso degli eventi e si viene letteralmente coinvolti dalla curiosità di voler capire cosa è successo. Incontrerà un giovane donna con quale sarà forse possibile ripartire ,ma bisognerà prima capire perchè e soprattutto chi lo ha privato di quindici anni di vita. Tra i due nasce un rapporto appena accennato come solo il tatto tipico della cultura asiatica riesce a rendere così intensamente su pellicola. (vedi "Ferro 3", qui recensito), e insieme tentano di ricostruire il passato e le memorie di Oh Dae mosso da una sete di vendetta ferrea e cruda. Chan-Wook Park scrive sul filo della tensione giocando sul "non detto" , lascia presupporre senza mai lasciare la certezza  , la narrazione scorre incalzante senza essere un film di avventura , la fotografia è calcolata per una produzione ricca. Memorabile la scena accompagnata dal solo fischio che segue il puntatore del laser sui quadri della parete, diventando la sequenza che meglio rappresenta il limite oltre il quale l'uomo torna ad essere un primate. "Old Boy" rappresenta al meglio come la vendetta in un turbine di passioni malate e deliri psicologici che alimentano l'andamento lacerato della disperazione, li dove la ragione perde senso , al confine tra pazzia e disperazione.

  • "Old Boy" è il secondo capitolo della trilogia sulla vendetta : Mr. Vendetta (2002) , "Old Boy" (2003) e "Lady Vendetta" (2005).
  • Ha vinto il Gran Prix Speciale della Giuria al Festival di Cannese il British Independent Film Award come miglior Film.
  • E' tratto dal fumetto manga omonimo di Nobuaki Minegishi e Garon Tsuchiya.

IN BREVE
Old Boy è un capolavoro. Un film che vi prenderà l'anima e vi lascerà lacerati. Chan-Wook Park trasforma la vendetta in un'opera d'arte guidata dalle psicosi della mente umana in un film crudo , torbido e dannatamente magnetico.

Letto 373 volte

Lascia un commento



Elementi indispensabili per una sana distrazione neurale

 

Archivio

Collaboratori