Venerdì, 19 Febbraio 2016 01:00

Duel

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

PRODUZIONE : Stati Uniti
REGIA    : Steven Spielberg
GENERE : Thriller
ANNO     : 1971

Nel lontano 1971 un giovanissimo Steven Spielberg debuttò nel mondo del cinema con un film che ha poco a che vedere con lo Spielberg che conosciamo oggi. Si perchè non direste mai che la regia sia di colui che ha girato film di tutt'altro genere grazie a stratosferiche produzioni divenendo un vero e proprio marchio di fabbrica. Spielberg è un buon regista , non c'è dubbio....quando si impegna però. "Duel" è un coraggioso thriller On the Road girato unicamente con due telecamere , un automobile ed un tir che vede David Mann uscire di casa e prendere la sua auto per andare fuori città . Il tempo è afoso, il cado è soffocante e la strada lunga ed il viaggio procede tranquillo fin quando un'autocisterna inzia a seguirlo senza alcun motivo . Da qui ha inizio un inseguimento che durerà per l'intero arco del film. Spielberg gioca con i primi piani, il sudore della pelle, l'ansia che cresce, lo smog ner che offusca il parabrezza, l'afa che fa aderire la camicia alla pelle , i dialoghi sono praticamente assenti , l'unica voce narrante è quella del pensiero del protagonista che cerca di capire chi sia a guidare il tir  e perchè l'insegue , inseguimento che sfocia in una vera e propria sfida tra David e l'autocisterna.  "Duel" è un thriller che definirei psicologico, lineare e martellante , non ci sono colpi di scena ,ma l'azione è assidua , costantemente battuta dal senso di angoscia , non aspettatevi quindi gli inseguimenti tra super-car volanti e gente che salta da un tetto all'altro percorrendo la via centrale di San Francisco, no. Duel riesce a tenervi incollati allo shermo e vi renderà nervosi fino all'ultima ripresa.

IN BREVE
Un thriller giocato tra tensioni e soliloqui lungo una strada battuta da un caldo infernale , un film dimenticato che mette a nudo le vere qualità di Spielberg e dimostra come si possano fare grandissimi film con pochissimi elementi. Divenuta una pellicola di nicchia , meriterebbe un nuova proiezione nelle sale ricordando che queste sono le opere che hanno ispirato il cinema di oggi.

 

Letto 736 volte

Lascia un commento

Contatore

Archivio

Collaboratori