Lunedì, 25 Gennaio 2016 01:00

Pandemonium In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

TITOLO  : Pandemonium
AUTORI : Christophe Bec - Stefano Raffaele - Olivier Thomas, Bruno Pradelle, Marie-Paule Alluard
GENERE : Horror / Thriller
ANNO    : 2015
PAESE   : Francia

Pandemonium è un fumetto importante e fa rabbia pensare che non se ne parli  perchè la nona arte è considerata un'arte minore. Se fosse stato un film , lo avremmo già visto tutti. Christophe Bec ci ha abituato a fumetti di spessore come "Santuario", "Tenebre" o il mastodontico "Prometeo" , per cui se abbiamo per le mani una sua opera, sarà il caso di sederci e goderci l'intensità dei suoi racconti. 
Questa volta si tratta di una storia vera, però. Fatti realmente accaduti, persone vere che han vissuto davvero quelle tragedie. Sto parlando  del sanatorio "Waverly Hills" di Lousville ,nel Kentucky tra il 1919 ed 1961 , divenuto famoso per gli eventi accaduti al suo interno e che ,come sempre, la storia fa in fretta a cancellare. Bec, quindi, questa volta decide di scrivere privandosi della fantasia e del'immaginazione  a favore di un vero e proprio impegno : voler raccontare nel modo più umano e veritiero , un evento tragico e agghiacciante. 
La storia vede Doris accompagnare la sua piccola Cora al sanatorio perchè malata ,ma dopo pochi giorni, si rende conto di qualcosa di sospetto ed inizia a temere per la salute di entrambe. Bec sembra aver calcolato perfettamente il continuo aumentare di pathos che da appena accennato , diviene incalzante fino a "temere" di voltar pagina per paura di vedere quel che non vorresti mai. Alla figura della madre ,così maledettamente umana messa a nudo difronte ad una incomprensibile impotenza, si affianca quella della piccola Cora , ingenua, positiva, timorosa come è giusto che sia una bambina. E' incantevole come Bec riesca a comunicare in maniera così palpabile il rapporto tra le due protagoniste.
I disegni sono affidati a Stefano Raffaele, decisamente in stato di grazia. Cupe, tetre con una particolare attenzioni alla espressioni dei volti, fomentano in maniera incredibile ora la tensione ora la riflessione in un equilibrio atto a creare suspance e rabbia. La lettura non lascia tregua fino all'ultima pagina li dove arriva il momento di chiudere il fumetto, respirare , respirare e .. respirare.

 

IN BREVE
PANDEMONIUM è un documento, un pezzo di storia, un punto di riflessione per la coscienza dell'uomo. Una vicenda che parla di anime, di disumanità e pazzia. Bec si supera con un racconto crudo, teso, magistralmente sceneggiato e portato in vita da uno Stefano Raffaele in stato di grazia. Pandemonium va semplicemente letto.

Letto 364 volte

Lascia un commento



Elementi indispensabili per una sana distrazione neurale

 

Archivio

Collaboratori