Venerdì, 03 Giugno 2016 02:00

Bedlam

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

 

TITOLO Bedlam
AUTORI Nick Spencer - Riley Rossmo
GENERE Poliziesco - Thriller
ANNO 2014
PAESE Stati Uniti

"Fillmore Press è stato il peggior pazzo criminale della storia della città di Bedlam, un assassino che ha massacrato adulti e bambini senza alcuna pietà. Oggi è un uomo diverso che cerca di aiutare gli altri. E non c'è momento migliore per farlo : un nuovo maniaco omicida sta disseminando cadaveri in tutta la città. Solo un folle può capire come fermare un altro folle, ma la mente di Fillmore reggerà?"
Fonte : Panini Comics - Image

Bedlam non è un fumetto rivoluzionario e non propone nulla di particolarmente innovativo, ma è a tutti gli effetti un ottima opera poliziesca per stomaci forti. La narrazione è fluida, imprigiona il lettore da subito , Fillmore è un protagonista malato ,ma terribilmente cosciente , i dialoghi sono immediati e spesso affondano le radici nel psicologico mondo del crimine, li dove è facile chiedersi se i malati siano realmente malati e i "sani" realmente sani. Nick Spencer è platealmente ispirato dalla pazzia del Jocker di Batman ed i sontuosi omicidi ricordano sin troppo da vicino la sesta stagione di Dexter ("I quattro cavalieri dellìApocalisse" e "L'Angelo della Morte"), il tutto imbastito da un'ottima sceneggiatura. Bedlam, quindi, soffre in un certo senso di stereotipi classici ed il personaggio di "Primo" ( un supereroe che collabora con la Polizia ) non trova una effettiva utilità ai fini della narrazione, ma è una figura che probabilmente troverà più senso nel secondo episodio la cui pubblicazione italiana è prevista fra pochi mesi.
Ma il punto di forza di Bedlam sono i disegni. Riley Rossmo e Jean Paul Csuka (per i colori) ,compiono un lavoro straordinario. Il tratto schietto ,il colore impreciso, le linee di costruzione lasciate appena visibili, donano estrema dinamicità alle scene. E' un disegno naturale ,perfetto per il genere e la profondità dei personaggi dipende dalle matite più che dai dialoghi. Altro colpo di genio è la colorazione che cambia in base alla situazione. I flashback di Fillmore saranno bianchi e rossi , colori che rappresentano generalmente il vuoto esistenziale e la follia del sangue (vedi tavola a fondo pagina), per poi tornare a tinte più cupe del tempo presente. Colorazione volutamente imperfetta che non segue i margini del bordi, quelle sbavature che rendono dense le claustrofobiche luci di una città che non si vede, ma esiste. Il comparto grafico ,quindi, ha un ruolo fondamentale ,esasperando le già forti tinte di una narrazione sempre incalzante e ben sceneggiata.

IN BREVE
Bedlam è una graphic Novel per gli amanti del Psico-Thriller, crudo e spettacolare. Spencer dimostra di saper sceneggiare con una narrazione snella e diretta e per quanto forse pecchi di originalità ,assume imponenza grazie al lavoro di Rossmo, donandogli un forte valore emotivo che prende vita dalla follia deformata di una mente malata che resta instabile eppur cosciente. Bedlam,quindi, vale la pena di essere letto e goduto come opera ben realizzata dal forte impatto visivo.

 

Bedlam
Letto 769 volte

Lascia un commento

Contatore

Archivio

Collaboratori