Lunedì, 05 Settembre 2016 02:00

East Of West

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

TITOLO  : East Of West
AUTORI : Jonathan Hickman - Nick Dragotta
GENERE : Western Sci-Fi / Fantascienza
ANNO : 2014
PAESE : Stati Uniti
VOLUMI : 5 (serie in corso)

"Alla fine del secolo scorso, una gigantesca cometa si schiantò sul suolo americano ponendo fine a un conflitto che dilaniava il paese da decenni. Fu l'evento che segnò la nascita delle Sette Nazioni d'America, lo stesso giorno in cui veniva scritto il secondo libro dell'Apocalisse. Anni dopo, il mondo è agli sgoccioli e i Quattro Cavalieri dell'Apocalisse tornano a cavalcare su questa terra, per portare a termine il loro ultimo compito. Prima dovranno però trovare il loro fratello scomparso. Morte ha dei piani tutti suoi per questa Apocalisse ed è meglio che nessuno si metta sulla sua strada."
Fonte : Panini Comics

Jonathan Hickman è uno degli sceneggiatori di punta della Marvel, la sua sceneggiatura è ben nota per gli amanti delle saghe "super eroistiche" e ha bisogno di poche presentazioni vista la sua ben nota abilità nel creare trame complesse e ben orchestrate. Ma al di la di questo, Hickman si diletta spesso e volentieri scrivendo mini saghe di tutt'altro tipo . 
In questo caso parliamo di East of West un cyborg western dai toni biblici che si svincola in un contesto post apocalittico li dove il potere corrompe i principi di quel che resta dell'umanità. I "potenti" della terra ,che tengono in mano le redini del mondo, sono infatti preda del più grande paradosso possibile : la loro brama di potere è tale da desiderare la fine della vita stessa. Un paradosso sottile e geniale quello di Hickman intento a disegnare una delle diatribe più discusse della razza umana. L'idea di raccontare il tutto dandone un'impronta western si sposa alla perfezione con i ripetuti cenni biblici : è proprio questa carta che risulta essere la più vincente, ossia il saper amalgamare concetti e contesti all'apparenza distanti in una unica soluzione . Così abbiamo l'atteggiamento di sfida degno dei migliori Western, un mondo post apocalittico immerso in un futuro ipotetico, personaggi mossi dai vili desideri dell'uomo di oggi e ripetuti e plateali collegamenti alla Bibbia. I dialoghi sono sempre profondi e più volte mi son soffermato a rileggere alcune battute per scoprirne un profondissimo senso. Hickman da vite ad una lavoro certosino e ,com'è tipico del suo scrivere, apre tantissime porte con la consapevolezza di chiuderle tutte senza mai lasciar trasparire al lettore questa sua volontà. La lettura riesce a scorrere su alti livelli di attenzione senza stancare mai, forte della sua esperienza (sopratutto nelle pubblicazioni Marvel)  nel creare suspance e quel senso di sfida che ci appartiene ,am che nessuno ammette. La caratterizzazione dei personaggi è ben formata, ognuno ha una sua personalità nonostante il fatto che siano tutti mossi da un unico interesse di base. Il personaggio di "Morte" (uno dei cavalieri dell'apocalisse) è un personaggio alla Quentin Tarantino, mentre Guerra , Carestia e Conquista sono "bambini viziati" con un potere enorme; gli umani Prescelti sono mossi da sete di potere ciechi e poco propensi al prossimo. 
Come ogni opera che si rispetti di questo tipo, non si può non menzionare il lavoro di Dragotta . Le sue tavole puntano alla dinamicità dell'azione, taglia le pagine con consapevolezza e senza troppo perdersi in dettagli riesce a restituire l'adrenalina che fa di EOW il suo punto di forza. Le colorazioni sono ben congeniate, i toni sono decisi ed i colori pieni esaltano il pathos del momento con livida partecipazione. I colori secchi dei 4 dell' Apocalisse contrastano con i fondi desertici di un pianeta svuotato che cerca un fine che vada al di la dell'autodistruzione. Non ci sono troppe sfumature perchè è la stessa narrazione non concede troppe interpretazioni. 
Al momento la serie è in corso e sta per uscire il Quarto volume e , se dovesse mantenersi allo stesso livello, siamo difronte ad un'opera da tenere in considerazione e consigliare.

IN BREVE

Hickman è un grande sceneggiatore, prolifico e attendo ad affrontare tematiche sempre riflessive. Con East of West si diverte a mischiare personaggi, contesti e riferimenti di ogni tipo creando un universo Cyborg Western mosso da una trama dai toni biblici e apocalittici, avvincente e ottimamente sceneggiata. East of West non vi lascerà tregua ad ogni voltar di pagina. 



East Of West

Letto 451 volte

Lascia un commento

Contatore

Archivio

Collaboratori