Sabato, 18 Novembre 2017 18:24

Kick Ass

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

TITOLO KICK ASS
AUTORI MARK MILLAR - JHON ROMITA
GENERE AZIONE
ANNO 2008 - 2010
PAESE STATI UNITI
VOLUMI UNICO

"Avete mai voluto essere un supereroe? Dave Lizewski si. Solo che, a differenza di altri, non si è limitato a sognarlo. Scelto un nome, Kick Ass, e indossato un costume, ha deciso di rendere la sua vita più interessante, magari aiutando qualcuno. Senza super-poteri e circondato dai criminali più violenti di New York, tuttavia, potrebbe aver fatto male i conti. Dave imparerà a caro prezzo che la sua attività notturna è stupida oltre che pericolosa, eppure non potrà fare a meno di continuare ad indossare la maschera. Riuscirà a sopravvivere alla partnership con la letale Hit-Girl e il duro Big Daddy, alla rivalità con il nuovo supereroe cittadino, Red Mist, e alla mafia, già sulle sue tracce?"
Fonte : Panini Comics


Mark Millar , si dica quel che si dica, sa sceneggiare con maestria racconti avvincenti e ben confezionati. Sicuramente si tratta di uno scrittore estremamente mainstream , che sa accontentare il pubblico tanto che molte delle sue opere sono state portate su grande schermo. Sta di fatto che la sua abilità è poco criticabile e sopratutto Millar è uno scrittore classico. Si veda per esempio Starlight , un vero e proprio omaggio ali classici della fantascienza alla Flash Gordon. C'è l'eroe , il cattivo, e ci sono tutte le pedine atte a concludere le vicende a favore del bene. Il tutto è arricchito da Splash Screen dei migliori disegnatori in circolazione. Fortunatamente Millar non è solo questo. Gli ultimi suoi lavori si scostano leggermente da questa "metrica" come per esempio nell'ultimo "Reborn" che si affaccia al Fantasy per restando un fumetto supereroistico. O in "Huck" forse il più romantico personaggio tra le sue produzioni.

Kick Ass ha dalla sua una originalità di base che merita essere menzionata. L'idea di creare un supereroe ,che poi di super non ha nulla, funziona. Il giovane Dave ha dalla sua l'innocente ingenuità di un adolescente dai buoni intenti. Di super ,probabilmente , ha il cuore. L'intera vicenda fa perno su questo e sul continuo rifermento su quanto sia inattendibile il mondo dei fumetti dove tutto sembra facile ed il bene vince sempre per la gloria di un mondo buono e sincero. Dave si rende conto di questo, ma diventa un caso perchè lui "ci crede" a tal punto da essere imitato da altri personaggi che lo hanno visto su You Tube divenuto il famigerato faro di Batman del nuovo millennio.

Il fumetto scorre e interessa , questo il punto forte di Millar, le trame che imbastisce non sono mai contorte, si affida ad una più sicura linearità e gli eventi si susseguono con naturalezza, piazzando quel piccolo colpo di scena mai troppo incredibile, ma che ci sta.
E forse questo un male? Ne no , ne si. E' una questione di gusti. Di certo non troverete mai in Millar quella introspezione nei meandri della psiche umana che potete ritrovare in un Moore o in un Straczynsky ( vedi Rising Star ), è una modo di scrivere più superficiale ,ma ottimamente orchestrato. 
Come sempre Millar sa scegliere tra i migliori disegnatori in circolazione , riesce a trovare sempre quello che meglio possa dare un'impronta alla trama. Le inquadrature sono sempre cinematografiche , Hollywoodiane e spingono verso una dinamicità che tende sempre alla spettacolarità. A differenza di molte al sue produzioni, qui ci troviamo difronte a molte scene splatter , scelta voluta per enfatizzare anche il terrore di Dave che trovatosi difronte alla realtà dei fatti. 
Kick Ass quindi merita di essere letto e l'ottima edizione Omnibus della Panini offre l'opportunità di godere a piena di una delle trame forse più originali del tanto contestato e amato Mark Millar.

NOTE : Successivamente sono usciti "HIT GIRL" Prequel di KicK ASS 2 , KICK ASS 2 e KICK ASS 3.

Non ci voleva un trauma per spingerti ad indossare una maschera. 
Non c'era bisogno che sparassero ai tuoi genitori o di raggi cosmici o di anelli di potere.
Bastava una perfetta combinazione di solitudine e disperazione.

Letto 46 volte

Lascia un commento

Contatore

Archivio

Collaboratori