Lunedì, 09 Aprile 2018 11:18

Nailbiter

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

TITOLO : Nailbiter
AUTORI : Joshua Williamson - Mike Henderson
GENERE : Horror - Thriller
ANNO : 2016
PAESE : Stati Uniti
VOLUMI : 3 - Serie in corso

"Buckaroo - la cittadina dell'Oregon celebre per un triste primato : aver dato i natali a ben sedici dei peggiori assassini seriali del piante - è piena di segreti su cui lo sceriffo Crane della polizia locale stanno indagando. Edward Chrales Warren - il feroce assassino noto come Mangiaunghie - conosce la vera storia dei Macellai ma riviverla potrebbe costare la vita sua e di tutti che gli sono cari, compresa la sua ex ragazza del liceo che è, incidentalmente, anche l'attuale sceriffo do Buckaroo"

Fonte : SALDAPRESS

Negli ultimi anni Joshua Williams è sicuramente tra i più prolifici ed interessati sceneggiatori sul mercato, conosciuto già per gli ottimi Ghosted e Birthright. Se il primo Ghosted aveva la capacità di mixare l'onirico con la magia , il poliziesco con horror, successivamente Birthright ci ha catapultato in un Fantasy appassionante e tangibile, con Nailbiter ci tufferemo nel più buio e sanguinoso mondo degli assassini seriali.

Williamson si sta dimostrando uno scrittore completo , con l'abilità di sapersi muovere in diversi contesti e di imbastire trame coinvolgenti dall'alto contenuto spettacolare ,senza mai cadere nel mainstream sempre ad un passo dall'infettare la creatività pura e nuda. Nailbilter ha il potere di affascinare dalla prima pagina il lettore trasportandolo in una "Twin Peaks" più buia e scricchiolante dell'originale. In questo caso siamo a Buckaroo , una piccola cittadina madre di una moltitudine di assassini seriali più crudeli della storia. La narrazione affonda le sue radici nei classici polizieschi thriller , con trame , sotto-trame ed intrecci avvolti da misteri e cose dette e non dette . Tensione costruita su dialoghi semplicemente sospesi e sospetti. Il ruolo del disegnatore (Mike Henderson) è ,mai come in questo caso, fondamentale per enfatizzare l'aurea di "nascosto" che pervade l'intera opera. Parlo dei dettaglio di una espressione, della messa a fuco del primo piano delle forbici sulla sedia e del gioco registico che le tavole stendono lungo tutto il percorso. Narrazione e disegni devono necessariamente nascere , crescere e vedere la luce assieme per poter comunicare la tensione che i creatori hanno in mente di trasmettere. In questo Nailbiter colpisce duro, sa svincolarsi come poche altre opere , non lascia il lettore perso in criptiche circostanze, ma lo accompagna per mano sino all'inferno , con pochi fronzoli o ghirigori concettuali. 

"Williamson potrebbe essere il mix perfetto tra Jonathan Hickman e Mark Millar"
NDA

Williamson è un artista da tenere seriamente sotto controllo e , per quanto possa apparire metodico e a tratti accademico, ha quel potenziale che deve ancora esplodere del tutto ,ma che si è già ben manifestato in tutte le sue opere. Gli intrecci che crea nelle sue sceneggiature non sono mai complessi ( alla Jonathan Hickman per intenderci ) , non costringono il lettore a tornare indietro e cercare tra i mille personaggi un riferimento sfuggito, riesce anzi a giocare con tutto quel che ha a disposizione. Nailbiter è un fumetto dannatamente intrigante , affascina per il retrogusto di sangue che lascia in bocca , per i disegni netti , taglienti e precisi , per colori caldi e i punti luce quieti che vedono danzare le ombre sui pavimenti di legno scricchiolanti al calar della sera. 

Nailbiter è un fumetto che conferma le ottime impressioni di questo giovane e nuovo talento nel mondo dei fumetti, una storia affascinante , cruda , avvolta dal sospetto di essere spiati, un fumetto che ci terrà incollati sul divano per diverso tempo.

"Rendereste un pessimo servizio a voi stessi se doveste perdervi una delle migliori serie Image in circolazione"
Newsarama

Letto 119 volte

Lascia un commento

Contatore

Archivio

Collaboratori